come pulire il cotto

Come pulire il cotto

Il cotto è eterno, pulendolo nel modo giusto rimarrà anche bello!

Prima di parlare della pulizia del cotto, capiamo di che prodotto parliamo

come pulire il cotto

Il cotto è un materiale che si ottiene tramite la cottura dell’argilla a determinate temperature.

In commercio troverai diverse tipologie di cotto, tuttavia non possiamo non menzionare quello prodotto nelle località “storiche”:

Cotto Impruneta, cotto di Battipaglia, cotto di Faenza, cotto di Castel Viscardo, cotto di Marciano.

Un ultimo accenno alle tipologie di pavimenti in cotto è quella che riguarda la realizzazione:

Cotto fatto a mano: non è una produzione “fatta in serie”, le mattonelle sono poste dal mastro artigiano in stampi e poste in forno
Cotto artigianale: si differenzia dal fatto a mano perchè oltre ad essere fatto a mano non viene messo negli stampi ma la forma viene data manualmente dal mastro artigiano poi viene posto in forno (hai presente la pizza cotta al forno a legna?)

La particolarità dei due prodotti (artigianale e a mano) sta nel fatto che le mattonelle non saranno lisce ma avranno forme differenti e potranno avere la superficie “ruvida”

Cotto industriale: qui fanno tutto le macchine, le mattonelle sono tutte identiche e -di solito- lisce al tatto….. al riguardo non crediamo ci sia altro da aggiungere! 🙂

Ora ti daremo qualche consiglio su come pulire il cotto, iniziamo con i trattamenti:

#1 trattamento del cotto

Se per la tua casa hai scelto un pavimento in cotto, hai tutta la nostra stima!,
Ma hai anche tutta la nostra solidarietà 🙂 ; sopratutto se non hai pensato a farlo trattare.

Il trattamento del cotto  serve per far si che il materiale non assorba liquidi (sopratutto olii) problematica che di solito su qualsiasi altro tipo di pavimento non creerebbero danni, mentre sul cotto si.

Il trattamento avviene tramite una accurata pulizia della superficie e la successiva applicazione di prodotti naturali (cere, olio di lino, olio di lino cotto etc.) o artificiali come una serie di protettivi chimici a base solvente o a base d’acqua.

sei interessato ad un trattamento del cotto professionale? clicca per info
sei interessato ad un trattamento del cotto professionale? clicca per info

Se non lo avessi mai fatto trattare,sappi che allora alcune delle macchie presenti potrebbero non venir via completamente.

 #2 che detersivo utilizzare

Ammesso che tu abbia fatto trattare il cotto, per la sua pulizia non dovrai far altro che utilizzare un comune detergente neutro, avendo cura di usare dell’acido tamponato periodicamente in prossimità delle zone dove potrebbe cadere dell’acqua (quindi in interno vicino ai vasi,

in esterno li dove arriva l’impianto di irrigazione o la pioggia).

Perché accade questo?

Semplice! il trattamento renderà impermeabile la superficie di conseguenza l’acqua, non venendo assorbita, dopo l’evaporazione lascerà degli aloni di calcare, che potrai facilmente rimuovere con una spugnetta e dell’acido tamponato (ami il bio? prova con l’aceto)

Anche per la pulizia del cotto nei supermercati potrai trovare dei lavaincera, ma -fidati- non serviranno a nulla, anzi per esperienza possiamo dirti che la maggior parte degli interventi di ripulitura del cotto avvengono proprio a casa di quelle persone che hanno abbondato con cere e lavaincera.

Non usare nemmeno dei prodotti sgrassanti, perchè rimuovono il trattamento e le eventuali cere che hai messo.

devi pulire casa tua? prenota cliccando qui
devi pulire casa tua? prenota cliccando qui

E se non avessi fatto il trattamento del cotto?

Il nostro consiglio è quello di farlo trattare quanto prima, in questo caso però un lavaggio con detergenti sgrassanti è consigliato, in quanto ti aiuteranno a rimuovere la patina di sporco presente.

non hai trattato il cotto e non lo hai cerato? prova a rimuovere le macchie con del detersivo per piatti e bicarbonato, applicalo, lascialo agire 10’-15’ e lava con una spugna.

E se avessi cerato il mio cotto anziché trattarlo?

Se le cose stessero in questo modo almeno la cera fungerà da protettivo e non ti farà assorbire i liquidi eventualmente caduti sul pavimento, in questo caso utilizzare un lavaincera avrebbe senso!

Ricorda però di applicarlo a pavimento pulito!!

come pulire il cotto
intervento di pulizia del pavimento in cotto su superficie molto cerata

ed infine un ultimo consiglio su come pulire il cotto:

#3 la tecnica

La tecnica di pulizia che spiega come pulire un pavimento in cotto, o meglio come pulire un pavimento la trovi qui,  quindi non staremo a ripeterci, tieni però presente due trucchi principali:

primo trucco: Il cotto deve essere ben aspirato prima del lavaggio (specie se hai un cotto artigianale o fatto a mano dove la superficie è ruvida e tende a non far scivolare bene i panni)

secondo trucco: ti consigliamo di utilizzare un mocio anziché il classico panno, in questo modo -oltre a faticare di meno- avrai modo di poter “tamponare” il pavimento (riuscendo a pulire per bene le fughe e gli interstizi) qual ora non scivolasse bene sulla superficie per via delle disomogeneità.

ricorda noi di we-clean.it siamo professionisti delle pulizie quindi non esitare a contattarci e’ gratis!

Pensiamo di averti detto tutto sulla pulizia dei pavimento cotto, ma se fossi a conoscenza di qualche altro sistema o avessi delle domande, contattaci o scrivi nei commenti, rispondiamo sempre!

come pulire il cotto e la casa? scarica l’ebook gratuito con i nostri consigli

ebook-weclean-cover

forse potrebbe interessarti anche:
come pulire casa

come pulire il gres porcellanato

lamatura parquet

pavimenti in resina

servizio di pulizia industriale del gres porcellanato

come pulire i vetri

 

8 commenti su “come pulire il cotto”

    1. Ciao Edoardo, potresti provare a pulirlo come dici, ma considera che con dei macchinari il lavoro verrebbe meglio.
      Se vuoi contattaci ti facciamo un preventivo e se riterrai opportuno anche il lavoro.
      A presto

  1. Stefano Battiston

    Buonasera,
    devo sgrassare da olio quella piastrella 40x 40 che va direttamente inforno tradizione ,
    ti da l’impressione del cotto su pietra.grazie Stefano

    1. Ciao Stefano, in merito alla tua richiesta su come pulire il cotto sporco da olio, ti suggeriamo di provare ad utilizzare dei prodotti sgrassanti a base alcalina.
      Non sono facili da reperire nella grande distribuzione, ma forse nella tua città potresti trovare un rivenditore di articoli per imprese di pulizia (basta cercare su google) ed acquistare da loro il detergente più adatto, in alternativa -se la macchia non fosse penetrata troppo in profondità (speriamo per te che abbia fatto fare un trattamento del cotto a suo tempo) potresti provare il classico detersivo per i piatti.
      Speriamo tu possa risolvere in questo modo, ma se vuoi comunque non esitare a contattarci -anche telefonicamente- saremo ben lieti di poterti aiutare in qualche modo.

  2. Johann fon iaconi

    O lavato il pavimento in cotto con acido tamponato e non riesco di eliminare il odore di acido come eliminare il puzzo di acido tamponato.

    1. Ciao jhoan relativamente alla tua domanda su come pulire il pavimento in cotto e più specificatamente come eliminare l’odore dell’acido tamponato non c’è una risposta specifica se non quella di dirti di stare tranquillo e di areare i locali tenendo la finestra aperta per qualche giorno e vedrai che nel giro di poco l’odore se ne andrà.
      Se vuoi prova a lavare solo con acqua il pavimento,magari aggiungendo all’acqua delle essenze di oli essenziali che camuffino l’odore.
      In questo modo coprirai il cattivo odore.
      Tienici aggiornati.
      Grazie

  3. Salve,
    io ho un cotto trattato a cera scura, posso pulirlo energicamente con un mocio e detergente neutro o rischio di rovinare la cera?
    Grazie.

    1. Ciao Paolo, speriamo che la nostra risposta non arrivi troppo tardi, nel qual caso ci scusiamo.
      Pulendolo come dici non dovresti arrecare alcun danno al trattamento a cera.
      Per cui puoi provare tranquillamente.
      Non abbondare troppo con il detergente, che anche se neutro in alte concentrazioni potrebbe dare dei problemi.
      Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *